massaggio cardiaco

Alla conferenza, introdotta dal professor Mario Balzanelli, Responsabile Servizio di Emergenza Territoriale 118 della provincia di Taranto, hanno preso parte Valeria Fedeli, Vicepresidente del Senato, Emilia Grazia De Biasi, Presidente della 12ª Commissione permanente Igiene e sanità Senato, Gabriele Toccafondi, Sottosegretario di Stato del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Ogni anno in Italia muoiono circa 60.000 italiani, di qualunque fascia d’età, in conseguenza di un arresto cardiaco improvviso, 20mila di loro potrebbero essere salvati, se sottoposti ad un massaggio cardiaco fino all'arrivo dei soccorsi avanzati. Si tratta di una manovra salva-vita che chiunque, se adeguatamente formato, è in grado di compiere. Praticata nel primi tre/quattro minuti dal verificarsi del arresto cardiaco raddoppiano le possibilità di sopravvivenza.

Il disegno di legge presentato mira a rendere obbligatorio nelle scuole italiane l’insegnamento del massaggio cardiaco. "Questo tema riguarda tutti noi" - sottolinea Gabriele Toccafondi, Sottosegretario all'Istruzione, Università e Ricerca - "dieci milioni tra bambini e ragazzi che frequentano le scuole potrebbero essere chiamati, ad imparare misure salvavita".

Il Parlamento farà la sua parte – ha ribadito il presidente della Commissione Sanità del Senato Emilia Grazia De Biasi - incardineremo presto il disegno di legge sperando possa avere l’iter più veloce possibile”.

Un disegno di legge come questo – ha evidenziato la vicepresidente Pd del Senato Valeria Fedeli - merita la massima attenzione sia da parte delle istituzioni che dei media, perché si tratta di un investimento sociale rivolto al futuro, per di più a costi zero, che potrà contribuire a salvare migliaia di vite ogni anno. La scuola - conclude Fedeli - "dovrebbe formare la persona nel complesso, non solo fornire nozioni. Per questo è importante che nel processo di riforma in corso si insegnino anche esempi di altruismo".

Calendario Ecm

Chi siamo

FeradoNel 2007, su iniziativa di giovani professionisti, provenienti dal settore del marketing e dell'organizzazione eventi, nasce Qiblì.
Leggi tutto

Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email nella nostra mailing list per rimanere aggiornato sulle nostre attività.


Qiblì srl

V.le Gramsci, 138 - 74023, Grottaglie (Ta)
Email: info@qibli.it
PI: 02673960734
Vai all'inizio della pagina